INFO COVID-19
Ricerca Vacanza

Struttura o località o descrizione:

Tipo Vacanza:

Regione:

Tipologia Camera:

Check-in:                     Check-out:
N° Adulti:                     N° Bambini:

Ricerca avanzata

Newsletter

 

A RITMO DI PIZZICA CON LA NOTTE DELLA TARANTA

Puglia - Melpignano (LE)

Al momento A RITMO DI PIZZICA CON LA NOTTE DELLA TARANTA non presenta offerte disponibili

Strutture nelle vicinanze

Lecce

Adagiata su una pianura ai piedi dell’altopiano del Salento si trova Lecce – detta la "Firenze del sud" – una delle città più interessanti della regione per la sua fisionomia architettonica, tipicamente seicentesca. Di origini molto antiche, la città conobbe due momenti particolarmente floridi: quello dell’epoca romana e quello del Regno di Napoli. Proprio in questo periodo ci fu un grande sviluppo nella costruzione di edifici, monumenti e palazzi signorili caratterizzati da una fastosa e ricca scenografia ornamentale e architettonica che si meritò la definizione di “barocco leccese”. Il fantasioso e minuzioso lavoro di scultura fu agevolato dall’uso della pietra locale, duttile e facile da intarsiare. La visita di Lecce può iniziare da Piazza Duomo, un tempo utilizzata come cittadella fortificata ed oggi considerata il “salotto” più elegante della città. La grandiosità del Duomo, opera di Zimbalo, Cino e Penna, l’alto campanile di cinque piani, il Palazzo Vescovile e il Palazzo del Seminario segnano il perimetro della piazza, una delle opere monumentali che meglio rappresenta la magnificenza dello stile leccese. Poco distante Piazza Sant’Oronzo racchiude, nel suo perimetro, la storia della città. L’epoca romana è testimoniata dai resti dell’Anfiteatro che in estate diventa il palcoscenico d’eccezione per rappresentazioni teatrali e, in parte, dall’alta Colonna - sulla quale svetta la statura bronza del santo raffigurato durante l’atto della benedizione - eretta nel Seicento utilizzando parte delle colonne romane posizionate sull’antica via Appia. Simbolo del periodo rinascimentale è il Palazzo del Seggio, noto come il “Sedile”, oggi sede di importanti esposizioni d’arte, e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, custode di interessanti affreschi e opere lignee. Dietro la piazza troviamo il Castello di Carlo V, tipica costruzione difensiva che al rigore delle linee esterne contrappone, all’interno, lo stile curato e raffinato delle architetture signorili. Imponente e maestosa la Porta Rudiae è coronata, invece, dalle statue di Sant’Oronzo, di Sant’Irene e San Domenico, con due coppie di colonne posizionate ai lati dell’arco centrale, oltre il quale si trova la Chiesa del Rosario che colpisce lo sguardo per la fantasia artistica della sua grandiosa facciata. Da visitare, poi, è la Basilica di Santa Croce, dove l’estro dei maestri “scalpellini” ha lasciato il segno nella monumentale facciata che anticipa la bellezza degli interni, un equilibrio armonioso tra la sobrietà del classico e la fastosità del barocco leccese. 

Otranto

Il punto più ad est dello stivale, la città dei Martiri, un gioiello del Salento, un ponte fra Occidente ed Oriente, un territorio pieno di spiagge caraibiche, un luogo ricco di storia, arte, cultura.
Otranto è tutto questo e anche di più. Un comune di 5.600 abitanti che di estate vede moltiplicata la sua popolazione per la bellezza dei posti, per l’unicità del mare e per l’importanza che ricopre all’interno dell’economia e del turismo salentino. Il nome deriva dalla parola Hydruntum, che indica un piccolo fiume che attraversa la valle d’Idro, anche se alcune scuole di pensiero ritengono che invece possa derivare dal nome con cui si indicava un’altura che sorgeva vicino alla zona del porto, chiamata Odronto. Del territorio comunale fanno parte anche numerose frazioni, alcune delle quali sono anch’esse delle richieste mete turistiche, come Porto Badisco, Fontanelle, Serra Alimini, Frassanito, Conca Specchiulla. Salta subito all’occhio come Otranto sia una città fortificata, il cui borgo antico sia racchiuso dalle mura difensive che consentono tramite la Porta Alfonsina l’accesso al proprio interno. La posizione geografica ha infatti da sempre rappresentato un’arma a doppio taglio, un’opportunità ma anche una minaccia per la città: spesso è stata teatro di invasioni e conflitti mirati all’occupazione della zona, che per molto tempo ha rappresentato il centro commerciale del Salento. 

Galatina

Situata a 20 km a sud di Lecce, Galatina svela uno splendore artistico iniziato nel XIV secolo con gli Orsini del Balzo. Dalle tre porte della città vecchia, Porta Luce, Porta Nuova e Porta dei Cappuccini, si diramano le stradine del centro storico. Ad introdurre alle meraviglie del borgo antico, c’è la “lampada senza luce”, chiamata dai galatinesi “la pupa”, che accoglie il visitatore che s’accinge a imboccare la via che porta l’attuale sede del Comune, Palazzo Orsini. Da qui, portici e palazzi settecenteschi abbelliti da imponenti portali e balconi brulicano fino a placarsi davanti alla maestosa Basilica Orsiniana di Santa Caterina d’Alessandria, vero scrigno di tesori della fede. Ci si può addentrare nel tempo e nella storia della città visitando il Museo Civico Pietro Cavoti, con reperti di epoca medievale e dipinti di pittori galatinesi, o scendendo nelle tre cripte basiliane di Santa Maria della Grotta, Sant’ Anna e Santa Maria della Porta, tangibile testimonianza delle fughe dalle persecuzioni dei monaci da Bisanzio verso le regioni del Sud Italia.

Melpignano

Nel cuore della Grecìa Salentina, a 26 km da Lecce, sorge il borgo di Melpignano. Inserito nel club Borghi Autentici d’Italia e nell’associazione Comuni Virtuosi, il piccolo borgo a fine agosto è inondato dagli oltre centomila spettatori della Notte della Taranta.A fare da sfondo all’evento, unico nel Sud Italia, è il piazzale antistante il solitario Convento degli Agostiniani in stile barocco, costruito tra il 1573 e il 1662, con il suo tripudio di colonne, volute e cherubini.Da qui, con una breve passeggiata si raggiunge il centro storico. Il Palazzo Marchesale De Luca, voluto da Giorgio Castriota-Scanderbeg nel 1636, si erge sul fianco di via Roma. Stupisce il giardino di pertinenza, piccola oasi di verde dei signori di un tempo.Ma la vera sorpresa è al termine di via Roma, dove l’insolita piazza San Giorgio sfoggia una struttura porticata realizzata nel ’500 per ospitare un fiorente mercato settimanale che si svolgeva su bancali di pietra calcarea. La piccola Chiesa dell’Annunziata e la Chiesa Madre dedicata al patrono San Giorgio, invece, conferiscono a questo luogo di commercio un’aurea di sacralità.

 

 

Voto medio:

da MONICA G. - 30/08/2019, alle 09:20
Esperienza piacevole, tutto bene organizzato.


da Domenico Antonio M. - 03/09/2018, alle 10:15
Tutto normale. Grazie a Sarà, Antonio e tutti i partecipanti, noi compresi. Straordinari!

Al prossimo viaggio


da lidia d. - 02/09/2018, alle 22:03
Bellissimo viaggio e complimenti alla nostra accompagnatrice Sara

e al simpatico autista del bus


da Stefania P. - 31/08/2018, alle 16:00
Meravigliosa esperienza organizzata nei minimi dettagli, dal buon cibo alla bellissima location che ci ha ospitato per pernottare. 3 giorni indimenticabili all'insegna della cultura, del divertimento, del relax e del buon cibo di cui la Puglia è una delle regine incontrastate d'Italia; accompagnatrice, guida ed autista esperti conoscitori dei luoghi e disponibili ad ogni esigenza del gruppo anche se extra programma. Festa della Taranta imperdibile, esperienza da fare almeno una volta nella vita, per chi come me è appassionata di questa passionale musica. Che dire viaggio assolutamente consigliato e sicuramente da rifare


da Francesca D. - 31/08/2018, alle 13:12
Tour molto interessante e ben organizzato. Buona la struttura alberghiera ed eccellente la guida locale Daniela che con passione e competenza ci ha fatto innamorare in soli tre giorni del Salento. Dei due pranzi al ristorante, ho apprezzato tantissimo quello del primo giorno in una tipica masseria pugliese mentre quello a Soleto lasciava un po' a desiderare soprattutto per i tempi di attesa un po' troppo lunghi. Fuori programma la visita a Lecce, spettacolare, consiglio di inserirla nel programma magari al posto di Corigliano. Preciso e professionale il nostro autista Antonio ed efficiente e sempre disponibile la nostra accompagnatrice Sara. Non vedo l'ora di ripartire con voi !!!


da Maria M. - 31/08/2018, alle 11:39
Io e mio marito siamo frequentatori affezionati della Notte della Taranta e della Puglia in genere, ma questa è stata la prima volta che abbiamo sperimentato l'esperienza in gruppo. L'organizzazione perfetta, il gruppo eccellente, la guida, Sara, SUPER e l'autista Antonio bravo, competente e simpaticissimo. Tutto ciò ha reso questa esperienza assolutamente indimenticabile.


da LUCA M. - 31/08/2018, alle 09:59
Buona organizzazione, buona compagnia, alloggi confortevoli, autista puntuale nelle partenze.


da Domenico D. - 31/08/2018, alle 07:07
Ottimo viaggio grande spettacolo. Tutto ok

Newsletter



oppure
oppure