INFO COVID-19
Ricerca Vacanza

Struttura o località o descrizione:

Tipo Vacanza:

Regione:

Tipologia Camera:

Check-in:                     Check-out:
N° Adulti:                     N° Bambini:

Ricerca avanzata

Newsletter

 

ISOLA DI CAPRI

Campania - Capri - Anacapri (NA)

[DOMENICA 23 MAGGIO 2021] ISOLA DI CAPRI - Visita Guidata + nave A/R + minibus isola + trasporto in Pullman GT

Partenza: Formia - Caserta - Napoli


Prezzo Acconto
Adulti: 75 € 25 €
Partenza:  
TOTALE  

"ISOLA DI CAPRI" 
Domenica 23 Maggio 2021

75 € per persona


Programma

Domenica 23 Maggio 2021

Partenza da Formia (Porto Levante) ore 05.30 per il porto di Napoli
Imbarco con traghetto per l'Isola di Capri. All'arrivo visita guidata di Capri e Anacapri
Al termine della visita pranzo in ristorante e pomeriggio libero a disposizione
Nel tardo pomeriggio imbarco con traghetto per il porto di Napoli
Trasferimento in bus per il rientro previsto a Formia in serata

La quota comprende

Trasporto in pullman GT
Guida Turistica/accompagnatore per tutto il giorno
Navigazione in traghetto andata/ritorno
MInibus per giro turistico sull'isola
Pranzo in ristorante (1 primo, 1 dessert, 1 bevanda)

La quota non comprende

Tutto quanto non specificato nel paragrafo "La quota comprende"
Mancia obbligatoria (€ 1 per persona)
  

* Partenze possibili: Formia (Molo Vespucci) ore 05.30, Caserta (uscita casello Caserta nord) ore 06:45, Napoli (Porto Calata di Massa) ore 07.30

 

Informazioni per il viaggiatore

- E’ di rilevante importanza cogliere la differenza tra accompagnatore e guida turistica locale. L’accompagnatore, in linea generale, segue ed assiste il gruppo dall’inizio al termine del tour organizzato. Si adopera affinchè il tour si svolga regolarmente e si assicura che tutti i servizi acquistati dal cliente siano erogati, gestendo gli orari degli appuntamenti programmati e svolgendo le mansioni amministrative e burocratiche in loco, oltre ad essere il punto di riferimento per tutto il gruppo. Nello specifico, le visite previste da programma sono affidate alla competenza di guide turistiche locali autorizzate e parlanti italiano, che forniscono informazioni storico-culturali sul paese che si sta visitando.
 
-  Per motivi organizzativi, è possibile che l'ordine degli ingressi, delle visite guidate e delle escursioni in programma possa subire modifiche senza preavviso, non gravando sul regolare svolgimento del tour.

- La categoria degli hotel scelta per i nostri tour è 3 stelle sia per le destinazioni nazionali che per quelle internazionali. 
E’ da considerare che gli hotel (più frequentemente nei Paesi esteri) non sono sempre dotati di ristorante interno, per cui i pasti serali potrebbero essere consumati in ristoranti convenzionati con gli stessi.

- Per le destinazioni internazionali, non sono da sottovalutare usi e costumi. Infatti, date le notevoli differenze tra Paese e Paese, ogni viaggio richiede capacità di adattamento alle diversità, tra le quali, in primis, è da segnalare la ristorazione, che molto si distacca da quella italiana.

- Si prega il gentile viaggiatore di segnalare al momento della prenotazione intolleranze, allergie alimentari o celiachia. 
Qualora questi particolari regimi alimentari fossero segnalati a pochi giorni dalla partenza o il giorno stesso, non si potrà garantire che hotels e ristoranti siano in grado di soddisfare tali esigenze.

- I tour prevedono quasi esclusivamente visite guidate a piedi in centri storici, musei e siti archeologici, ragion per cui si consiglia di valutare con attenzione gli itinerari prima di effettuare la prenotazione e di considerare che siano affrontabili fisicamente in base alle proprie esigenze. 

- In base al Regolamento Europeo 561/2006, in vigore dal mese di Aprile 2007, gli autisti devono necessariamente osservare 9 ore di riposo durante la notte per 3 giorni settimanali e 12 ore di riposo durante la notte per altri 3 giorni settimanali. 
Nel caso in cui si voglia ulteriormente approfondire la visita delle città oltre l’orario di visita previsto da programma, si potrà farlo liberamente utilizzando mezzi pubblici e/o taxi.

-  In tutti i programmi, per ogni punto di carico è abbinato il relativo orario di partenza, da considerarsi come indicativo e soggetto a modifiche. 
Nello specifico, la conferma definitiva della partenza, il relativo orario ed il riferimento telefonico dell’accompagnatore DLT Viaggi, saranno forniti telefonicamente da un operatore, che contatterà il nostro viaggiatore diversi giorni prima della partenza per le ultime informazioni utili.

 

Capri ed Anacapri

Conformazione: Capri è costituita da pietra calcarea compatta appartenente al Giuralis inferiore. Al di sopra vi sono depositi eocenici, depositi tufacei e pozzolane provenienti dagli antichi vulcani circostanti trasportati dal vento, inoltre l’isola è stata interessata da fenomeni bradisismici tutt’ora attivi e non vi sono sorgenti d’acqua.
 
Flora e fauna:Sull’isola colpisce la concentrazione , su un territorio così limitato, di circa 850 specie e 133 varietà di piante, alcune delle quali portate dai Romani per abbellire le sontuose ville. Tra le colture è da ricordare la vita e gli agrumi. Per quanto riguarda la fauna, si sottolinea la presenza del gabbiano reale (larus argentatus) e la famosa lucertola azzurra, variante cromatica della Podarcis sicula, mentre già dal 1912 si è estinta una specie di foca detta bove marino. Grande è la varietà di uccelli migratori, la cui attività viene monitorata dall’osservatorio della LIPU presso il castello Barbarossa.
 
Storia:abitata fin dal paleolitico, il ritrovamento di armi in selce e fossili animali prova che l’isola di Capri era allora unita alla Penisola Sorrentina. Preziosi sono i ritrovamenti di armi e utensili nella Grotta delle Felci, testimonianza dell’età Neolitica. L’origine del nome è fonte di innumerevoli discussioni; recentemente si è propensi ad accettare la teoria che il nome derivi da un toponimo paleo italico volto a significare “isola delle capre”, mantenuto poi in diverse forme da Greci (Kaprìae, Kaprìa, Kaprèa, Kaprìai) e romani (Capreae, Caprae). Nel VII secolo a.C. l’isola, sotto influsso dei Cumani, presentava tutti gli aspetti dell’influsso greco. Nel V secolo a.C. l’isola divenne possedimento di Neapolis. L’anno 29 a.C. si caratterizzò per la visita sull’isola dell’imperatore Augusto il quale, avendo avuto come magnifico presagio il rinverdire di un leccio secco, la ottenne da Neapolis in cambio di Ischia diventando meta preferita delle proprie vacanze. Tra il 26 e 27 a.C, il suo successore Tiberio vi si trasferì in modo stabile, governando da Capri l’intero Impero romano. Secondo Tacito, l’imperatore aveva sua disposizione 12 ville. Con la morte di Tiberio l’isola divenne meno frequentata. Poche sono le testimonianze storiche dell’alto medioevo: la Campania era sottoposta all’esarcato di Ravenna ed è molto probabile che anche Capri ne dipendesse. Quando Napoli si costituì ducato l’isola passò sotto il suo più diretto controllo e nei secoli VII e VIII subì, come gran parte del territorio costiero campano, le incursioni dei corsari intensificatesi di gran lunga nel IX secolo. Nel 866 d.C l’imperatore Ludovico II la donò, insieme agli isolotti li Galli della costiera amalfitana, a Marino duca di Amalfi, come compenso dell’opera prestata per liberare dalla prigionia Atanasio vescovo di Napoli. Più tardi l’isola fu presa dal principe longobardo Guaimario IV, passò poi soto Roberto il Guiscardo e al tempo di Ruggero II tentò invano di ribellarsi al dominio normanno. Nel 191 passò sotto il dominio Svevo e nel 1230 Capri ebbe il primo grande feudatario: il conte Eliseo Arcucci. La regina Giovanna d’Angiò ebbe a cuore le sorti dell’isola, elargendo moltissimi privilegi fiscali per mezzo del suo segretario conte Giacomo Arcucci (fondatore della certosa di San Giacomo) . Il re Federico d’Aragona nel 1496 rese indipendente il territorio di Anacapri da quello di Capri; questo storico atto, seppur non contribuì a diminuire i forti dissidi secolari tra i due centri, è alla base dell’attuale separazione amministrativa dei due comuni. Sotto la dominazione spagnola non cessarono le scorrerie dei corsari. Importanti testimonianze scritte ricordano l’arrivo del Solimano Khair er-Din detto Barbarossa, che nel 1535 distrusse il castello di Anacapri, mentre nel mese di agosto del 1553 il corsaro Dragut saccheggiò e bruciò la Certosa di Capri. L’isola divenne luogo di innumerevoli visite di Ferdinando IV che prediligeva la caccia alle quaglie. Nel 1806, quando i Francesi entrarono a Napoli, il capitano Giuseppe Chevret occupò l’isola e iniziò a fortificarla, l’11 maggio sbarcarono 300 inglesi che in poco tempo scacciarono i francesi e Capri passò sotto il governatorato militare di Hudson Lowe (futuro carceriere di Napoleone sull’isola di Sant’Elena) . il 4 ottobre 1808 2000 francesi, sotto la direzione militare di Gioacchino Murat, sbarcarono a Capri costringendo alla resa gli inglesi.
 La fama turistica di Capri cominciò con la riscoperta della Grotta Azzurra nel 1826, ripresa subito nella letteratura romantica tedesca. Da allora Capri divenne meta preferita e fonte d’ispirazione di innumerevoli pittori, poeti e scrittori nordeuropei. Da sottolineare, inoltre, successive testimonianze del fascino caprese nel campo letterario nei primi del ‘900 come “Canti dell’isola” di Ada Negri del 1924 e il romanzo “La storia di San Michele” di Axel Munthe così come i testi di Norman Douglas.

La Grotta Azzurra

La Grotta Azzurra è una grotta situata nel comune di Anacapri, sull'isola di Capri nella città metropolitana di Napoli.Prestigioso ninfeo dell'età romana, dopo un lungo declino la grotta divenne conosciuta a partire dal 1826, quando fu visitata dall'artista tedesco August Kopisch.
La grotta Azzurra ha una apertura parzialmente sommersa dal mare, dalla quale filtra la luce esterna che - in questo modo - crea un'intensa tonalità blu di colore, che rappresenta la caratteristica peculiare dell'antro.
In età romana, ai tempi di Tiberio, la Grotta era utilizzata come un ninfeo marittimo. L'antro, infatti, costituiva una vera e propria appendice subacquea ad una villa augusto-tiberiana detta di Gradola, oggi ridotta a pochi ruderi. Testimoni di quest'utilizzo sono le numerose statue romane, rappresentanti Poseidone, un tritone ed altre creature marine che in origine dovevano esser state disposte lungo le pareti della caverna. Le statue, trovate nel 1963 dopo alcune indagini archeologiche, sono oggi custodite nel Museo della Casa Rossa.Dopo il declino dell'Impero romano, la Grotta fu condannata ad un lungo ed inesorabile declino, venendo completamente dimenticata. Il 17 agosto 1826 il poeta prussiano August Kopisch, il marinaio caprese Angelo Ferraro, il locandiere Pagano (che li sollecitò nell'impresa) ed altri uomini decisero di esplorare un antro ubicato nel versante nord-occidentale dell'Isola, non tenendo fede ad antiche leggende che volevano la grotta infestata da spiriti maligni e demoni.La cronaca della giornata fu riportata da Kopisch nel 1838 nell'annuario «Italia», sotto il titolo La scoperta della Grotta Azzurra. Naturalmente Kopisch contribuì ad estendere universalmente la fama della cavità, venendo addirittura citato come lo «scopritore» della Grotta; ciononostante, la Grotta Azzurra era già nota prima della redazione del racconto, grazie alle infuocate descrizioni di molti scrittori romantici. Fra questi, vanno citati Wilhelm Waiblinger con la sua Leggenda nella Grotta Azzurra (1828) e Hans Christian Andersen, con Improvvisatoren (1835).
Voto medio:

da Roberto R. - 24/06/2019, alle 12:09
Bella gita.....Ottimo rapporto qualita' prezzo....Sicuramente da rifare!!!

grazie


da MARIAROSARIA . - 21/06/2019, alle 17:00
Sono stata contentissima di come è stata organizzata la visita.Finalmente ho conosciuto meglio Capri ed Anacapri.L'esperienza della seggiovia e del giro in barca è stata emozionante.Molto simpatici Marco e la sua assistente.


da Antonio D. - 20/08/2018, alle 10:33
una bella esperienza


da Anna Maria D. - 17/08/2018, alle 15:46
Bellissima giornata passata in vostra compagnia. Organizzazioni perfetta. La nostra guida molto professionale, nonostante qualche contrattempo, Marco la nostra guida, è stato bravissimo, a risolverli in poco tempoi. Quel giorno abbiamo visto e visitato TANTO. Consiglio a tutti di fare qualche gita in loro compagnia. Ottimo qualità prezzo.


da Anna L. - 10/08/2018, alle 13:50
Mi sono trovata bene


da Giuseppe U. - 13/07/2018, alle 10:48
Buona organizzazione,piena disponibilità e professionalità dell'accompagnatore Marco


da stefania b. - 13/07/2018, alle 09:44
veramente soddisfatti della giornata e dell'organizzazione. Marco è stata una guida efficientissima e disponibile e, a ns. richiesta, ha organizzato in un attimo il periplo dell'isola in barca


da filomena c. - 22/06/2018, alle 17:05
Un giorno indimenticabile, guida eccezionale Isabella, disponibile e gentilissima. Capri stupenda, unica, formidabile


da ANTONIO L. - 22/06/2018, alle 15:08
Gita fantastica giornata bellissima grazie alla nostra guida isabella che con un organizzazione e riuscita a gestirla con autorità e simpatia con tutto il gruppo è un grazie alla DLTVIAGGI x i suoi viaggi fantastici


da Roberta P. - 22/06/2018, alle 07:26
Organizzazione eccellente, complimenti all'accompagnatrice Isabella.


da DAVIDE S. - 22/06/2018, alle 06:21
Isola affascinante. Buona organizzazione.


da Amelia G. - 07/05/2018, alle 11:38
Ho riscontrato nel personale gentilezza,professionalità e disponibilità tali da farmi pensare che è la struttura ideale per altre gite


da Valter M. - 04/05/2018, alle 15:05
Iniziata male per il ritardo del pullman, il resto della escursione è stata piacevole per la bellezza del posto ma sempre in affanno per i tempi ristretti. Pranzo dignitoso e adeguato allo spirito della gita e al prezzo pagato. guida simpatica e premurosa.

Strutture nelle vicinanze

Newsletter



oppure
oppure