INFO COVID-19
Ricerca Vacanza

Struttura o località o descrizione:

Tipo Vacanza:

Regione:

Tipologia Camera:

Check-in:                     Check-out:
N° Adulti:                     N° Bambini:

Ricerca avanzata

Newsletter

 

TOUR DELLA SICILIA E ISOLE EGADI

Sicilia - Palermo (PA)

TOUR DELLA SICILIA E ISOLE EGADI - 5 notti mezza pensione + bevande + volo a/r Roma FCO e Napoli Capodichino + visite guidate + ingressi come da programma + trasferimento in pullman GT

Partenza: Napoli - Roma


Cliccando sull'immagine è possibile visualizzare le riduzioni valide per quel periodo
DAL - AL DAL AL PARTENZA N° NOTTI TIPOLOGIA COSTO
18/05/2021
23/05/2021
18/05/2021 23/05/2021 Mar 5 STANDARD 1 da Roma
- doppia
590
x persona
Mar 5 STANDARD 6 da Napoli
- doppia
640
x persona
Mar 5 STANDARD 11 da Roma
- singola
710
x persona
Mar 5 STANDARD 14 da Napoli
- singola
760
x persona
08/06/2021
13/06/2021
08/06/2021 13/06/2021 Mar 5 STANDARD 1 da Roma
- doppia
590
x persona
Mar 5 STANDARD 6 da Napoli
- doppia
640
x persona
Mar 5 STANDARD 11 da Roma
- singola
710
x persona
Mar 5 STANDARD 14 da Napoli
- singola
760
x persona

 

 "TOUR DELLA SICILIA E ISOLE EGADI"

(Palermo, Monreale, Isole Egadi, Mazara del Vallo, Selinunte, Marsala, Isola di Mozia)

Prezzo per persona euro 590,00

Supplemento camera singola euro 120,00

Il profumo del mare è sicuramente la nota distintiva della zona che abbraccia la Sicilia occidentale. Sarete accolti da paesaggi sublimi che variano dalle Saline di Marsala ai suggestivi colori dei fiori di campo che accompagnano la visita della deliziosa Mozia, per infine essere estasiati dall'imponente vista della cattedrale di Palermo. Una continua scoperta, un continuo susseguirsi di emozioni, profumi e sapori che questa parte dell'Isola è capace di regalare. Un viaggio che sarà in grado di trasportarvi in scenari totalmente differenti tra loro, includendo l'immensa aerea di Selinunte, area archeologica tra le più grandi d'Europa, per passare alle acque cristalline delle isole Egadi, arcipelago paragonabile ad un vero e proprio paradiso terrestre.

 

Programma

1° GIORNO: ROMA - PALERMO
Ritrovo dei partecipanti in aeroporto a Roma Fiumicino ore 08:00, incontro con accompagnatore DLT e partenza per Palermo ore 10:00 con volo Alitalia. Arrivo ore 11:10 e trasferimento in bus a Palermo centro. Visita guidata del centro storico, via Maqueda, la più elegante della città e della Cattedrale. Pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento a Mazara del Vallo. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.
 
2° GIORNO: MAZARA DEL VALLO – SELINUNTE
Prima colazione in hotel e partenza per Mazara del Vallo. Visita guidata della città che sorge lungo la costa occidentale della Sicilia. Visita del centro storico, un tempo racchiuso dalle mura normanne Chiesa Monumentale di San Nicolò Regale, Piazza Plebiscito, Piazza della Repubblica e la Basilica-Cattedrale, Chiesa di Sant'Egidio dove si trova il Museo del Satiro, dove si potrà ammirare la famosa statua bronzea del "Satiro Danzante". Tempo libero a disposizione per una passeggiata tra le stradine che ricordano le medine islamiche. Pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento a Selinunte e ingresso con guida al Parco Archeologico. Al termine della visita partenza per il rientro in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.
 
3° GIORNO: ISOLE EGADI (Favignana – Levanzo)
Prima colazione in hotel e partenza per il porto di Trapani.
Imbarco in motonave ore 09.30 per l'isola di Favignana. I 40 minuti circa di navigazione costiera, sono resi quindi particolarmente comodi e piacevoli dal Capitano, grande conoscitore e nativo delle Isole Egadi , pronto a spiegare ogni dettaglio e curiosità degli isolotti che si incontrano uscendo dal porto di Trapani in rotta verso Favignana. Due ore di sosta per passeggiare tra le suggestive vie e piazze del centro, oppure visitare la spiaggia antistante il porto
Durante l’ultima sosta nell’Isola di Favignana pranzo a bordo a base di prodotti tipici e di prima scelta a bordo delle nostre imbarcazioni. Il menù prevede: Primo di pasta** con pesto alla Trapanese e frutta fresca di stagione. Il vino verrà servito durante il pranzo e l’acqua sarà sempre a disposizione per tutta la durata dell’escursione. Partenza per Levanzo. L'arrivo è previsto dopo circa 20 minuti di navigazione. Sosta di un'ora per godere dell'incantevole vista di questo paesino mediterraneo, caratterizzato da semplici casette a schiera di colore bianco e turchese, visibili passeggiando lungo le poche e tranquille stradine che conducono all'interno del centro abitato. Partendo dal porticciolo di Levanzo la navigazione procede in direzione del famoso Faraglione, uno degli scorci più spettacolari dell'isola. Prevista la sosta per la balneazione in caso di condizioni meteo favorevoli. Ore 17.15 partenza per il rientro a Trapani. Trasferimento in bus in hotel. In serata cena e pernottamento.
 
4° GIORNO: ERICE – TRAPANI
Prima colazione in hotel e partenza per Erice, incantevole città medievale arroccata sulla cima di un monte. Visita guidata del Duomo fino ad arrivare al Castello di Venere simbolo della città. Da qui si può godere di una vista spettacolare sul Golfo di Trapani, Capo San Vito e isole Egadi. Accanto al castello di notevole interesse le Torri Pepoli. Tempo libero per qualche scatto fotografico e per godere della magica atmosfera del borgo. Pranzo libero in corso di escursione e proseguimento per Trapani, conosciuta come la città delle Cento Chiese. Visita guidata del centro storico in stile arabo, caratterizzato dalla presenza di edifici barocchi e castelli, visita della Cattedrale di San Lorenzo e proseguimento verso la costa dove troverete spiagge bianche e mare cristallino. Al termine della visita rientro in hotel, cena e pernottamento.
 
5° GIORNO: ISOLA DI MOZIA - MARSALA
Prima colazione in hotel e partenza per Mozia, antica città fenicia, principale isola dell'arcipelago dello Stagnone di Marsala, un territorio incontaminato caratterizzato da acque basse e antichi ritrovamenti archeologici. Visita guidata e pranzo libero. Nel pomeriggio proseguimento per Marsala e visita guidata partendo da Piazza della Repubblica, da dove è possibile ammirare due delle quattro porte rimaste della città (Porta Garibaldi e Porta Nuova). Visita del Duomo dedicato al Vescovo di Canterbury, piazzetta Purgatorio con la fontana barocca e la Chiesa del Purgatorio. In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.
 
6° GIORNO: MONREALE - RIENTRO
Prima colazione in hotel e partenza per Monreale. Visita guidata della città (il Duomo chiamato anche Chiesa di Maria del Fiore, le famose terrazze sopra il Duomo per ammirare il panorama palermitano). Pranzo libero e trasferimento per l’aeroporto di Palermo. Partenza con volo Alitalia ore 15:15. Arrivo a Roma ore 16:25.

 

LA QUOTA COMPRENDE

Volo Alitalia A/R da Roma Fiumicino e Napoli Capodichino

1 bagaglio da stiva da 23 kg + 1 bagaglio a mano da 8 kg

Trasferimenti in bus GT come da programma
N. 5 pernottamenti in hotel **** a Mazara del Vallo (Mahara Hotel) con prima colazione e cena bevande incluse ai pasti (1/4 di vino e 1/2 acqua)
Escursione Isole Egadi (pranzo a bordo incluso)
Visite guidate e ingressi come da programma
Accompagnatore DLT Viaggi per tutta la durata del viaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE
Mancia obbligatoria (euro 5 per persona)
I pranzi non indicati nella quota comprende
Assicurazione annullamento viaggio facoltativa pari al 3% del costo del pacchetto
Tutto quanto non espressamente indicato nella quota comprende
 
*Possibili partenze da: Roma Fiumicino, Napoli Capodichino
**Eventuali trasferimenti su richiesta da/per aeroporto euro 50 per persona
 
 Informazioni per il viaggiatore
- E’ di rilevante importanza cogliere la differenza tra accompagnatore e guida turistica locale. L’accompagnatore, in linea generale, segue ed assiste il gruppo dall’inizio al termine del tour organizzato. Si adopera affinchè il tour si svolga regolarmente e si assicura che tutti i servizi acquistati dal cliente siano erogati, gestendo gli orari degli appuntamenti programmati e svolgendo le mansioni amministrative e burocratiche in loco, oltre ad essere il punto di riferimento per tutto il gruppo. Nello specifico, le visite previste da programma sono affidate alla competenza di guide turistiche locali autorizzate e parlanti italiano, che forniscono informazioni storico-culturali sul paese che si sta visitando.
 
-  Per motivi organizzativi, è possibile che l'ordine degli ingressi, delle visite guidate e delle escursioni in programma possa subire modifiche senza preavviso, non gravando sul regolare svolgimento del tour.
 
- La categoria degli hotel scelta per i nostri tour è 3 stelle sia per le destinazioni nazionali che per quelle internazionali. 
E’ da considerare che gli hotel (più frequentemente nei Paesi esteri) non sono sempre dotati di ristorante interno, per cui i pasti serali potrebbero essere consumati in ristoranti convenzionati con gli stessi.
 
- Per le destinazioni internazionali, non sono da sottovalutare usi e costumi. Infatti, date le notevoli differenze tra Paese e Paese, ogni viaggio richiede capacità di adattamento alle diversità, tra le quali, in primis, è da segnalare la ristorazione, che molto si distacca da quella italiana.
 
- Si prega il gentile viaggiatore di segnalare al momento della prenotazione intolleranze, allergie alimentari o celiachia. 
Qualora questi particolari regimi alimentari fossero segnalati a pochi giorni dalla partenza o il giorno stesso, non si potrà garantire che hotels e ristoranti siano in grado di soddisfare tali esigenze.
 
- I tour prevedono quasi esclusivamente visite guidate a piedi in centri storici, musei e siti archeologici, ragion per cui si consiglia di valutare con attenzione gli itinerari prima di effettuare la prenotazione e di considerare che siano affrontabili fisicamente in base alle proprie esigenze. 
 
- In base al Regolamento Europeo 561/2006, in vigore dal mese di Aprile 2007, gli autisti devono necessariamente osservare 9 ore di riposo durante la notte per 3 giorni settimanali e 12 ore di riposo durante la notte per altri 3 giorni settimanali. 
Nel caso in cui si voglia ulteriormente approfondire la visita delle città oltre l’orario di visita previsto da programma, si potrà farlo liberamente utilizzando mezzi pubblici e/o taxi.
 
-  In tutti i programmi, per ogni punto di carico è abbinato il relativo orario di partenza, da considerarsi come indicativo e soggetto a modifiche. 
Nello specifico, la conferma definitiva della partenza, il relativo orario ed il riferimento telefonico dell’accompagnatore DLT Viaggi, saranno forniti telefonicamente da un operatore, che contatterà il nostro viaggiatore diversi giorni prima della partenza per le ultime informazioni utili.
 
 
 
 
 
 
 

Palermo

Prima città greca e romana, poi capitale araba, in seguito conquistata da normanni e svevi, questa è Palermo, un luogo in cui convivono la preziosità arabesca e normanna, il gusto barocco e liberty dei monumenti, palazzi e teatri, ma anche dei giardini e dei mercati. L'influenza del passato multietnico di Palermo è visibile nella Cattedrale, maestoso edificio iniziato nel XII sec. e più volte rimaneggiato, arricchito da una cupola settecentesca e un campanile medievale. Nata su una basilica preesistente, trasformata in moschea dagli arabi e poi riconsegnata dai normanni alla religione cristiana, la cattedrale è abbellita con decorazioni gotiche e custodisce le reliquie di Santa Rosalia, patrona della città. Vi si trovano anche le tombe degli imperatori, tra cui Ruggero II e Federico II. Nelle vicinanze sorge il Palazzo dei Normanni, in origine edificio arabo, da sempre sede del potere: contiene la cappella Palatina, ricca di mosaici di influenza bizantina che, insieme a quelli della chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio (o Martorana), rappresentano dei veri e propri capolavori d’arte. L’elegante Martorana, con l’alto campanile ad arcate, risale all’epoca normanna, mentre la monumentale fontana Pretoria che occupa la vicina piazza omonima è di stile barocco.La strada che va dalla cattedrale alla Martorana passa attraverso piazza Vigliena, detta i “Quattro canti”, un incrocio decorato da statue e fontane del Seicento. Su piazza della Pretoria si affaccia il seicentesco palazzo del Municipio, con una splendida fontana del Cinquecento costituita da ben 644 gruppi marmorei. È in questa zona che le strade portano nomi in italiano, arabo ed ebraico. Da qui, inoltre, si scende verso il mare, passando per la Vuccirìa, il mercato più antico e animato della città, in piazza San Domenico, dove sorge l’omonima chiesa, fra i più interessanti edifici barocchi cittadini.Altro edificio di epoca normanna è la chiesa sconsacrata di San Giovanni degli Eremiti, con le cupole rosse orientaleggianti, edificata sulle fondazioni di un’antica moschea. Nel cuore antico della città si trova l’imponente edificio trecentesco detto Steri (da hosterium, palazzo fortificato), già carcere e tribunale, oggi sede del rettorato universitario. Qui vicino sorgono la chiesa di Santa Maria degli Angeli, e Palazzo Abatellis, sede della Galleria regionale che ospita opere d’arte e dipinti che vanno dal medioevo al ‘700. La parte più moderna di Palermo è dall’altro lato della città. Superando il neoclassico Teatro Massimo, tempio della lirica, in piazza Politeama si scorge l’altro teatro cittadino, Teatro Politeama Garibaldi, eretto a metà Ottocento in stile pompeiano.Attrattiva cittadina è il caratteristico Teatro dei Pupi, teatro delle marionette, i cui protagonisti sono da sempre Carlo Magno e i suoi paladini. Lungo via Libertà, ombreggiata dagli alberi, si entra nella zona dove trionfa l’architettura ottocentesca e liberty, i cui splendidi simboli sono le vie squadrate e animate. L’Orto botanico, fondato nel 1789, è famoso per gli esemplari provenienti da tutto il mondo. Più lontani dal centro sono, invece, la Zisa (sulla piazza omonima) e la Cuba (in corso Calatafimi), costruzioni orientaleggianti, risalenti al regno di Guglielmo II. 

Monreale

La città di Monreale si trova nella Sicilia occidentale, in provincia di Palermo. Nasce ai tempi della dominazione araba come piccolo villaggio sulle pendici del Monte Caputo da dove domina tutta la Conca d’oro e la città di Palermo. Questa posizione fu scelta dagli arabi alla luce di una strategia difensiva: lontani dal mare e più in alto in modo da poter controllare la valle. Pian piano il villaggio cresce e gli arabi vengono cacciati dai normanni, nell’XI secolo. Sotto il dominio dei normanni Monreale acquisisce importanza, diventando riserva di caccia dei dominatori e poi anche residenza.Nel 1170 circa Guglielmo II, detto “il buono”, dopo aver sognato la Madonna, costruì un tempio a lei dedicato disponendo che vi abitassero cento monaci con il Capo Abate Teobaldo, che successivamente fu insignito del titolo “Signore della Città”. Con il passare degli anni il prestigio della città crebbe diventando residenza estiva di diverse famiglie benestanti palermitane che decidevano di passare i giorni di relax e di sole lì tra l’aria fresca e i magnifici panorami.

Marsala

Con i suoi 25.000 ettari di territorio ed una popolazione di 80.000 abitanti, la città di Marsala sorge su un ameno promontorio a ridosso del mare. Il centro storico era anticamente racchiuso entro una cinta muraria di forma pressoché quadrata e l'ingresso alla città era possibile attraverso le imponenti porte che si aprivano sui quattro lati.Delle quattro originarie, oggi è possibile ammirarne solo due: Porta Garibaldi, sulla quale un'iscrizione in latino affida a Dio chi entra e chi esce dalla città, e Porta Nuova.Per la limpidezza delle sue acque, ha ottenuto più volte la Bandiera Blu dell'Unione Europea.

Mozia

A due passi dalla terra ferma, circondata da fondali bassi e facilmente difendibile, Mozia è una delle colonie fenicie di importanza strategica per le rotte commerciali nel Mediterraneo. Nel 397 a.C. Mozia viene incendiata dai greci e  sparisce dalla storia. H. Schliemann, l'archeologo di Troia, vi giunge senza riconoscerla.Nel 1913 G. Whitaker la ritrova  durante i suoi scavi. Oggi Mozia offre una passeggiata archeologica unica immersa nell'atmosfera incantata della Riserva Naturale delle Isole dello Stagnone. Da non perdere: il museocon il "Giovinetto di Mozia" ed il pic-nic sotto i pini

Isole Egadi

L'arcipelago delle Isole Egadi sorge di fronte alla costa occidentale della Sicilia ed è formato da tre isole più grandi - Favignana, Levanzo e Marettimo - e un insieme di scogli e isolotti: Isola di Maraone, Isola Formica, Isole dello Stagnone, Isola Galera, Isola Galeotta e lo scoglio di Fariglione.Già conosciute anticamente col nome latino Aegates (dal greco Aegatae “isole delle capre”), queste isole rivestono un grande interesse archeologico, storico e naturalistico e, grazie al clima mite e allo spettacolare paesaggio naturale, rappresentano una meta ambita dai turisti di tutto il mondo.Antiche tradizioni, come la pesca del tonno, spiagge incontaminate e acqua limpidissima in cui praticare immersioni subacquee sono tra le caratteristiche principali delle isole Egadi che fanno parte dell'omonima Riserva marina, istituita nel 1991.In alcune delle isole sono state rinvenute tracce preistoriche visibili di antichi insediamenti umani.

  • Favignana è l'isola più grande ed ha la forma di farfalla. Nelle sue acque i romani affondarono 150 navi dei cartaginesi in una delle più importanti battaglia della prima guerra punica. Offre splendide cale, grotte e cave di tufo.
  • Levanzo, ricca di tesori archeologici e resa famosa dalla splendida Grotta del Genovese con graffiti risalenti a 15.000 anni fa, offre anche magnifici fondali per le immersioni.
  • Marettimo, è la più selvaggia e intoccata. È anche detta l'isola delle grotte, sono infatti 400 solo quelle marine.
  • Formica è la più piccola e ospita un faro, una tonnara e vecchie abitazioni di pescatori, ormai abbandonate.

C'è poi lo scoglio di Maraone, popolato da gabbiani e nelle cui acque è stato ritrovato un mirabile vaso da vino romano del I sec. a.C.

Mazara del Vallo

La cosa più suggestiva della città di Mazara del Vallo è sicuramente il vecchio centro storico, chiamato Casbah (o Kasbah), il cui impianto urbanistico ha i tratti tipici dei quartieri islamici.Secondo lo storico greco Tucidide, Mazara sarebbe sorta come colonia fenicia sulla sponda sinistra della foce del fiume Mazaro, ma solo durante dominazione araba che la città avrebbe raggiunto il massimo splendore. Si puntò molto sulla città, per via del clima favorevole, della fertilità della terra, del porto posto su un punto strategico per il commercio, tanto che diventò una delle città più importanti della Sicilia occidentale. Dell'antico splendore arabo rimane ben poco.Della possente cinta muraria di allora è rimasto poco. Si è ben conservata, invece, la già citata casbah, un’area caratterizzata da stradine strette e vicoli, che intrecciandosi tra loro formano una fitta rete urbana. Uno stratagemma per difendersi dal vento del luogo, ma anche da possibili attacchi nemici; tutt’oggi riscontrabile nei quartieri posti a nord-ovest e a nord-est del quadrilatero dell'antica città murata: S.Francesco e la Giudecca, i cui abitanti discendono dalle antiche popolazioni del periodo più florido.Nello splendido museo cittadino, visitabile nel centro storico, è possibile ammirare la statua bronzea del "Satiro Danzante"

Selinunte

Selinunte (greco Selinos, latino Selinus) era una antica città greca sulla costa sud-occidentale della Sicilia. Il sito archeologico è composto da cinque templi costruiti intorno ad una acropoli. Dei cinque templi solo il tempio E (il cosiddetto tempio di Era) è stato ricostruito.Secondo Tucidide, Selinunte fu fondata verso la metà del VII secolo a.C. da coloni greci provenienti da Megara Iblea. Il sito scelto stava sulla costa del Mar Mediterraneo, tra le due valli fluviali del Belice e del Modione.
La città ebbe una vita breve (circa 200 anni). In questo periodo la sua popolazione crebbe fino a raggiungere le 25.000 unità. Il nome deriva dal sedano selvatico (σέλινον in greco) che i coloni vi trovarono in abbondanza. Una pianta di sedano era raffigurata anche sulle monete coniate più tardi a Selinunte.La città fu l’avamposto occidentale della cultura greca in Sicilia. Si alleò con Cartagine, soprattutto per assicurarsi protezione contro la vicina città elima di Segesta. Ma dopo la disastrosa Campagna di Sicilia degli ateniensi (415-413 a.C.) cambiarono gli equilibri: Segesta, prima alleata di Atene, riuscì ad assicurarsi l’alleanza con i cartaginesi. I selinuntini non avevano colto i segni del cambiamento e distrussero Segesta, che credevano ormai priva di protezione. La reazione di Cartagine fu drastica: la città venne assediata per nove giorni da un esercito di 100.000 cartaginesi e, secondo Diodoro Siculo, fu distrutta completamente. Su 25.000 abitanti 16.000 morirono e 5.000 furono fatti prigionieri.Selinunte fu successivamente ricostruita da coloni greci e punici. Nel 250 a.c. Roma, dopo aver vinto la prima guerra punica, distrusse una seconda volta la città, che non si sarebbe più ripresa.I ruderi della città si trovano sul territorio del comune di Castelvetrano, nella parte meridionale della provincia di Trapani. Tutto il terreno interessato forma oggi un parco archeologico della dimensione di ca. 40 ettari.Il parco archeologico di Selinunte è oggi considerato il più ampio ed imponente d’Europa: si estende per 1740 km quadrati e comprende numerosi templi, santuari e altari. [1] Le sculture trovate negli scavi di Selinunte si trovano soprattutto nel Museo Nazionale Archeologico di Palermo. Fa eccezione l’opera più famosa, l’Efebo di Selinunte, che è oggi esposto al Museo Comunale di Castelvetrano.I resti di Selinunte sono divisibili in tre aree principali, l’Acropoli, la collina orientale, e il santuario della Malophoros.
 

 

Voto medio:

da raffaele m. - 20/09/2020, alle 16:20
Tenendo conto delle restrizioni che il covid19 impone... Direi untour piacevole compagni di viaggio simpatici accompagnatore Marco professionale. quindi ottimo tour


da Gaetana S. - 19/09/2020, alle 14:42
Il servizio ristorante dell'hotel Mahara, mi spiace dirlo ma è stato scadente.

tour stupendo, autista pullman gentilissimo, gruppo simpaticissimo, mi sono divertita tanto.


da Paolo P. - 19/09/2020, alle 09:51
Ben strutturato e ben guidato da Marco.unico neo il fatto che non era balneabile il mare fronte l'hotel


da Maria S. - 19/09/2020, alle 09:43
Salve.

Non faccio fatica a commentare il Tour a cui ho partecipato . È stato semplicemente meraviglioso. A Marco (accompagnatore) su una scala da 1 a 10 darei 15 .... sempre disponibile e di una gentilezza squisita. Albergo ottimo ..... la scelta delle località azzeccata in pieno. Che altro dire ..... non vedo l’ora di ripetere l’esperienza .

Saluti a tutti voi.

Newsletter



oppure
oppure