Visitare San Gregorio Armeno: a passeggio tra la tradizione del presepe napoletano

Nel cuore di Napoli, a poco più di un chilometro dalla Stazione Centrale, c’è via di San Gregorio Armeno, caratteristica e vivace zona della città partenopea. E’ qui, tra via dei Tribunali e via di San Biagio dei Librai che la tradizione del presepe partenopeo svela tutta la sua essenza e creatività. In questa strada, dove spicca la chiesa di San Gregorio Armeno fondata sul tempio di Cerere nel 930, si affacciano tantissime botteghe di artigiani con in bella mostra pastori, presepi, statuette e chi più ne ha più ne metta. A farla da padrone è sicuramente la tradizione, ma è sapientemente mescolata con l’ironia, la politica e l’attenzione ad aventi culturali e mediatici. Non ci sono, infatti, solo pastori o presepi, ma anche personaggi famosi. Si va da figure intramontabili come Pulcinella o Maradona, a quelle che si sono meritate un posto sulle bancarelle solo per fatti recenti. Ed è così che quest’anno sono spuntate le rappresentazioni di Valentino Rossi con il biscotto in mano, di Papa Francesco, e ancora di Sergio Mattarella e Maurizio Sarri con, naturalmente, tutti i calciatori del Napoli. Attualità sì, ma anche solidarietà e così nella bottega di marco Ferrigno molte statuine sono state raffigurate con in mano una bandiera della Francia, un gesto che esprime vicinanza dopo i terribili attentati di Parigi. Visitare San Gregorio Armeno durante il periodo natalizio è davvero un’esperienza da non perdere, l’atmosfera è resa dai tanti turisti e dalle illuminazioni molto suggestiva. Passeggiando vi renderete conto di quanti prodotti diversi ci siano, quasi come se riuscissero a rappresentare le mille anime di Napoli. Una città con una grande tradizione artigianale, una città dove il sacro ha una forte importanza, ma dove un elemento imprescindibile è la capacità di scherzare su tutto, prendendo in giro qualsiasi persona, nessuno escluso. Ma, ancora, una città con un gran cuore che non si tira mai indietro quando c’è dimostrare la propria vicinanza a chi soffre. E voi, cosa aspettate a visitare San Gregorio Armeno? Le nostre offerte per il soggiorno a Napoli potrebbero esservi utili.

DLT Viaggi ,28 novembre 2015

Commenti

Newsletter



oppure
oppure