Le quattro Basiliche Maggiori di Roma

Roma, è da sempre, la città delle chiese. Legata a doppio filo alla religione cristiana cattolica, qui c’è il Vaticano ma, specialmente, basta girare tra le sue splendide vie per apprezzare le tante architetture religiose, dei diversi periodi della sua importante storia. Ma Roma è anche sede di quattro delle sei basiliche più importanti della Chiesa Cattolico-Romana. Dal grande significato religioso, hanno inoltre un valore artistico inestimabile. Famosissime sono le Porte Sante che vengono aperte dal Papa solo durante l’Anno Santo e che, per i fedeli, rappresentano un passaggio verso l’indulgenza plenaria. Ma quali sono le Basiliche Maggiori di Roma? Conosciamole insieme

Basilica di San Pietro

Partiamo dalla più famosa, forse il simbolo della Chiesa Cattolico-Romana e fulcro della religione Cristiana-Cattolica. Qui il Papa celebra le liturgie più importanti, mentre quanto al valore artistico basta ricordare che alla sua costruzione hanno partecipato architetti come Bramante, Michelangelo e Carlo Maderno. Dalla Pietà di Michelangelo, al Baldacchino di Bernini: al suo interno sono custodite delle opere d’arte dal valore inestimabile.

(La Basilica di San Pietro e il suo colonnato)

San Giovanni in Laterano

San Giovanni in Laterano fu la prima basilica edificata. La sua costruzione avvenne tra il 313 e il 318 per volere di Costantino. Tra le importanti tappe della storia va ricordato che qui furono firmati i Patti Lateranensi tra Stato e Chiesa mentre, fino al 1870, era qui che i pontefici ottenevano l’incarico. La centralità del ruolo resta comunque sottolineata dalla celebrazione papale in occasione del Giovedì Santo. Già a prima vista emergono le statue di Cristo e Santi della facciata che anticipano la grandiosità degli interni. Assolutamente da visitare.

(Gli interni della Basilica di San Giovanni in Laterano)

San Paolo fuori le Mura

La bellissima San Paolo fuori le mura è famosa per custodire la tomba del Santo al quale è dedicata e per i suoi splendidi mosaici, apprezzabili sia sulla facciata che all’interno. Nonostante un incendio che le colpì nel 1823 grazie all’attento restauro è tornata alla bellezza di sempre. Visitandola non si può restare affascinati dal suo grandissimo atrio con 150 colonne, dalla statua di San Paolo, dai ritratti dei papi oltre che dai già citati mosaici.

(Basilica di San Paolo Fuori le Mura)

Santa Maria Maggiore

A pochi passi dalla Stazione Termini, sorge questa magnifica basilica conosciuta anche come Basilica Liberiana poiché il primo edificio di culto del sito fu fatto erigere da Papa Liberio. Tra le tante chiese di Roma dedicate alla Madonna si tratta della più grande mentre un’altra importante particolarità è la mescolanza di stili, con la rappresentanza di tante epoche diverse: dai mosaici medievali, alle cupole barocche.

(La Basilica di Santa Maria Maggiore)

Ecco quali sono le quattro Basiliche Maggiori di Roma, siete pronti a scoprire la magia di questa città con le nostre proposte?

DLT Viaggi ,12 settembre 2018

Commenti

Newsletter



oppure
oppure