Halloween a Calcata

Mancano poche ore all’arrivo del 31 ottobre, ormai sempre più atteso anche dagli italiani per festeggiare la Notte di Halloween. Antica festa di origine anglosassone è celebrata in particolar modo negli Stati Uniti, si tratta di una giornata interamente dedicata alla paura e al macabro. Dai travestimenti più originali (zombie, streghe, mummie e chi più ne ha più ne metta), ai bambini che girano per le case pronunciando la fatidica frase “dolcetto o scherzetto”, passando per i piatti tipici, come dolci a forma di mostri, e per la classica zucca intagliata: la festa coinvolge tutti. Negli ultimi anni, Halloween sta prendendo piede anche in Italia, si organizzano feste a tema e sempre più persone decidono di regalarsi una notte all’insegna delle tinte noir. C’è però un piccolo comune del nostro Stivale, che sorge in provincia di Viterbo ,a poco più di 40 km dalla Capitale che è davvero maestro in questo, un vero e proprio borgo arroccato e suggestivo che diventa il regno del terrore il 31 ottobre. Stiamo parlando naturalmente di Halloween a Calcata, un posto speciale dove, dal 1993, tutti si impegnano per organizzare al meglio la notte più paurosa dell’anno. In quella data lontana il Circolo Vegetariano decise di riappropriarsi di una tradizione contadina che vedeva festeggiare un sabbat proprio la notte del 31 ottobre secondo la quale le streghe di tutta Europa si radunavano per compiere riti magici per agevolare la fecondazione la conservazione dei semi nella terra. Da allora di tempo ne è passato ed Halloween a Calcata è divento un evento imperdibile, che ogni anno stupisce, con musica, concorsi, spettacoli e tante attività legate ai bambini. Quest’anno il tema è “Samhain, festa d'autunno" un argomento che viene così spiegato dal Comitato organizzatore: “Per quest’anno, e speriamo per i prossimi anni, una collaborazione spontanea, formata da cittadini calcatesi, vuole riportare a far vivere una festa, quella di Halloween, a delle origini più contadine, legate alla terra e ai suoi cicli, di raccolti, di celebrazioni, di ringraziamenti, e quindi di conclusione dell’estate che lascia il posto all’inverno. Dove la terra riposta, in un apparente morte, tutta la natura, compresi gli umani, entrano all’interno di loro stessi, celebrando i loro avi, e cercando momenti di riflessione sull’anno trascorso. Invitiamo tutti ad una più attenta riflessione su di noi e sul posto che ci circonda. Meraviglia di borgo che chiede un ritorno alle sue origini più intime. Speriamo di festeggiare tutti insieme questo ciclo… per aprirne un altro, in piena armonia”. Insomma, un’occasione unica per scoprire le bellezze di Calcata, divertendosi nella serata della paura.

DLT Viaggi ,29 ottobre 2015

Commenti

Newsletter



oppure
oppure