INFO COVID-19
Ricerca Vacanza

Struttura o località o descrizione:

Tipo Vacanza:

Regione:

Tipologia Camera:

Check-in:                     Check-out:
N° Adulti:                     N° Bambini:

Ricerca avanzata

Newsletter

 

GRAND TOUR ISRAELE E MAR MORTO - Partenza da Milano

Israele - Tel Aviv

Tel Aviv

Un detto popolare israeliano recita: “Gerusalemme prega e Tel Aviv si diverte”. Niente di più vero, dato che la metropoli israeliana è il centro più vivace di tutto il Paese. Fondata nel 1909 da un gruppo di residenti della vicina Giaffa, Tel Aviv (che in ebraico significa Collina della primavera) è la città con l’area metropolitana più grande e popolosa d’Israele, nonché il principale centro economico e finanziario dello Stato. Perdersi tra i vicoli costeggiati di case bianche in stile Bauhaus è un’esperienza che vale la pena fare almeno una volta nella vita e permette di capire perché la luminosità degli edifici le ha fatto guadagnare l’appellativo di Città Bianca. Nel 2004 la stessa Unesco ha riconosciuto la città di Tel Aviv Patrimonio dell’Umanità e oggi è una sorta di monumento dedicato all’architettura del XX secolo. Molto del merito di questa particolarità si deve all’inglese Patrick Geddes, che aveva già lavorato al progetto urbanistico di New Delhi e che fu incaricato dal sindaco della città, Meir Dizengoff, di realizzare il master plane della nuova città. Geddes iniziò a lavorare al progetto nel 1925 e ora Tel Aviv rappresenta in modo straordinario l’ideale della città giardino.

Nazareth

Situata nella splendida regione israeliana della Bassa Galilea e famosa per essere la città dove Gesù è vissuto e cresciuto, oggi Nazareth è la più grande città araba del nord di Israele. La maggior parte delle persone a Nazareth sono musulmane o cristiane. Il suo patrimonio storico e culturale cristiano, la popolazione a maggioranza musulmana e la sua ubicazione nello stato ebraico, rendono questa città multiculturale così unica.Non potete perdervi questa vibrante città durante la vostra visita in Israele. Tra le numerose chiese e gli importanti siti cristiani è possibile scoprire una città divertente e vivace che offre un reale assaggio dello stile di vita contemporaneo in Medio Oriente. Nazareth è ricca di siti culturali, storici, archeologici e spirituali. Sia che siate religiosi o meno, potrete apprezzare la bellezza pittoresca e la storia dei luoghi, l'architettura e la particolare atmosfera della città.Molte chiese storiche di Nazareth, le moschee, la magica città vecchia, le fabbriche dismesse, il patrimonio tradizionale, il mercato pieno di colori, i famosi negozi di spezie e di artigianato, le attività culturali, i festival, i veri sapori del Medio Oriente, la scenografica vista panoramica e l'aria fresca di montagna sono tutti motivi che rendono questo città esotica così amata dai turisti.Questa incantevole città ha molte fabbriche storiche che aprono le loro porte ai turisti e offrono un'idea di come potesse essere la vita a Nazareth in passato. Il vecchio mulino, il negozio di spezie, la fabbrica di ceramiche e la casa del folclore sono tra le attrazioni più conosciute. Nazareth ospita divertenti manifestazioni stagionali, come il mercato di Natale e il festival degli Ulivi in autunno, che celebra l'industria locale della produzione di olive. Quando c'è un festival le piazze sono piene di eventi, concerti, fiere, attività e spettacoli. Anche quando non ci sono festival, Nazareth merita di essere visitata in qualsiasi momento dell'anno.

Betlemme

La città di Betlemme, il cui significato in arabo è, letteralmente, “Casa della Carne”, mentre in greco e in ebraico significa “Casa del Pane”, è situata nella Cisgiordania, in particolare nel distretto di El Quds, ed è la capitale del Governatorato di Betlemme dell’Autorità Nazionale Palestinese, a circa 10 km da Gerusalemme, nel monti della Giudea.La città di Betlemme si erge su due colline, di cui quella occidentale, la più elevata, ospita il nucleo più antico, con caratteristiche viuzze strette e tortuose, mentre su quella orientale sorge la parte più moderna della città; qui si trovano numerosi conventi e soprattutto la basilica della Natività, fatta costruire dall’imperatore Giustiniano intorno alla metà del VI secolo sulle rovine di una chiesa preesistente. Betlemme, così come altre città della Cisgiordania, è circondata da un muro alto 8 metri, che separa l’agglomerato urbano di Betlemme da quello di Gerusalemme. La costruzione del muro è iniziata nel 2003 e le ultime modifiche al tracciato risalgono al 2005, realizzate per motivi di sicurezza, e soprattutto per impedire ogni incursione di terroristi palestinesi nel territorio nazionale.

Gerusalemme

Gerusalemme (Yerushalayim o “città della pace”, in ebraico), un tempo capitale del regno di Giuda, è ora la città più contesa al mondo. Gli israeliani la considerano la loro legittima capitale, ma la comunità internazionale non la riconosce come tale. Sede di un patriarcato cattolico-romano, di uno greco-ortodosso, di uno armeno e di un vescovado anglicano, Gerusalemme, come città del Tempio di Salomone, della Passione di Gesù Cristo e dell’ascesa di Maometto al cielo, è sacra ugualmente a ebrei, cristiani e musulmani. La città è costellata di sinagoghe, moschee e chiese ed è visitata in ogni periodo dell’anno dai pellegrini. La parte antica, chiamata Città Vecchia, è stata riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1981 e all’interno della sua cinta muraria lunga 4 km, contiene quattro quartieri distinti: quello ebraico, quello cristiano, l’armeno e quello musulmano. Proprio il principale luogo di culto islamico, la Moschea della Cupola della Roccia, è il simbolo della città. Altro simbolo è la Basilica cristiana del Santo Sepolcro, costruita su una preesistente basilica del IV secolo, a sua volta eretta sul luogo tradizionalmente considerato la tomba di Cristo. Infine, il monumento più visitato, è l’emblematico Muro Occidentale o Muro del Pianto, luogo sacro per eccellenza degli ebrei, residuo del Tempio costruito da Erode il Grande, re di Giudea.

Newsletter



oppure
oppure